martedì 7 ottobre 2014

Cinnamon in Debian Jessie

Quando è arrivato Gnome 3 nel mondo dei DE linux c'è stata una mezza rivoluzione, in molti non ne erano, e non ne sono, soddisfatti.
Troppo pesante, macchinoso e poco personalizzabile di default, certo ci sono un sacco di applet per personalizzarlo ma vanno scaricate e installate a parte.
Gli affezionati a Gnome 2 hanno potuto tirare un attimo di respiro con l'arrivo di Mate, mentre i developer di Linux Mint hanno sviluppato un DE basato su GTK3 che da settembre è arrivato nei repository di Debian Jessie, l'attuale testing.
Quindi non serve più impazzire, o quasi, con repository di terze parti per poterlo installare in Debian, tra l'altro con l'installer di Debian pubblicato il 5 ottobre Cinnamon è presente, come anche Mate, tra i DE installabili, mentre prima era possibile installarlo solo successivamente con il solito apt-get.
La versione attualmente distribuita è la 2.2.16 che mi pare di capire sia effettivamente l'ultima disponibile quindi perfettamente in linea con quanto si trova in linux Mint.
Cinnamon, come Gnome 3, richiede comunque una scheda grafica abbastanza recente quindi su PC troppo vecchi è meglio optare per Mate, anche la memoria impegnata mi sembra leggermente superiore a quella di Mate, e anche di KDE, inutile ovviamente un raffronto con XFCE o LXDE che sono campioni di leggerezza.
Visto che ho accennato alla scheda grafica c'è da dire che in Cinnamon sono gestibili anche alcuni effetti del desktop, che si possono eventualmente disabilitare per rendere magari il sistema più reattivo, non ho provato in quanto la macchina di prova è comunque abbastanza potente, un Intel i5 M560 con grafica integrata Intel.
Certo magari queste caratteristiche oggi fanno ridere, ma per me un PC con Intel Core 2 Duo rientra già tra i PC recenti quindi vi lascio immaginare cosa penso di un i5 di prima generazione.
Tornando a Cinnamon devo dire che mi sembra piacevole da usare, classico pannello in basso, ma modificabile a piacere per averlo sia in alto oppure averli entrambi, e menù piuttosto semplice da utilizzare.
Le personalizzazioni del DE si possono fare dal pannello impostazioni di sistema e sembrano coprire un buon numero di opzioni.
Per concludere mi sembra un DE veramente ben fatto e a mio avviso molto ma molto meglio di Gnome 3, che non è una notizia, non mi è mai piaciuto e probabilmente non mi piacerà mai.
Ultima cosa, è una vera bellezza come ormai Debian riesca a fornire una così ampia scelta di DE direttamente nei propri repository, è una distribuzione che diventa sempre più completa.
Il meglio che si migliora, grande.

Nessun commento:

Posta un commento